informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
08/03/2012
autotrasporto, logistica, traghetti

Vendita auto, scatta l'allarme in tutta Europa

dot
Vendita auto, scatta l'allarme in tutta Europa Scatta l'allarme in Europa. Si vendono poche auto e la marcata caduta della domanda, italiana e francese, è un segnale di difficoltà per l'Europa. ECG, l'associazione degli operatori europei della logistica delle auto, ha pertanto riproposto di rinnovare gli incentivi alla rottamazione dei veicoli obsoleti oltre i dieci anni, al fine di rilanciare la domanda di auto in Europa. “Le recenti statistiche di Francia ed Italia suggeriscono che una forte flessione della vendita di auto nuove è in corso e che la stessa potrebbe avere ripercussioni sulla già affannata economia europea”, ha dichiarato il presidente ECG Costantino Baldissara (nella foto). “A meno che non interveniamo subito, stimolando la domanda, si rischia un impatto devastante sull’occupazione e sull’attività economica dell’industria, con un effetto a catena sull’intera economia europea. Gli incentivi alla rottamazione hanno funzionato bene in passato -commenta Baldissara- sostenendo la domanda in periodi non facili ed aiutando l’industria in difficoltà fino a quando le vendite non sono ripartite. Se ben strutturati, gli incentivi possono funzionare nuovamente”.
I commenti del presidente ECG seguono la pubblicazione dello scorso lunedì di dati allarmanti circa l’immatricolazione di auto nuove in Italia. Secondo UNRAE, che rappresenta le case automobilistiche straniere nel Paese, le immatricolazioni sono cadute del 18.9% a febbraio fino ad appena 130.661. Dopo il peggior risultato degli ultimi venti anni registrato lo scorso gennaio, i dati relativi alle immatricolazioni nei primi due mesi dell’anno segnano un meno 17.8% se confrontati all’equivalente periodo nel 2011.
Questa situazione avrà ripercussioni anche nel 2012. In effetti, UNRAE prevede una flessione del 22% per le vendite annuali che si attesterebbero a 1.370.000, causando una perdita di circa 10.000 posti di lavoro nell’industria, dagli operai negli stabilimenti ai concessionari, dai meccanici agli operatori logistici. La derivante perdita di fatturato per l’industria pari a 13 miliardi di euro taglierebbe anche gli introiti erariali legati all’IVA di circa 2.3 miliardi di Euro.
La situazione degli altri stati europei è simile a quella italiana. Le immatricolazioni in Francia sono diminuite oltre il 20% a gennaio, in altri paesi, come Regno Unito e Spagna, si continuano a registrare livelli di vendita molto bassi. L'Europa in totale ha perso un 6.6% rispetto a gennaio 2011. A tutto ciò segue un aumento delle richieste di rinnovo degli incentivi per la sostituzione dei veicoli con più di dieci anni in Europa.
ECG sostiene a pieno questa politica. “Guardiamo alla Germania”, ha detto Baldissara, “dove questi incentivi sono stati di sostegno in un periodo difficile e dove, nonostante la crisi, la produzione è aumentata da 3 a 4.5 milioni di auto all’anno. L’industria dell’auto è una delle principali fonti di impiego, oltre ad essere un generatore di crescita, e la sua salute è vitale per l’ intera economia europea”.
“Con la reintroduzione di incentivi ben strutturati -conclude il presidente ECG- volti alla rottamazione dei veicoli più vecchi, i governi europei forniranno un supporto notevole a questa industria critica, spingendo allo stesso tempo sia la crescita che gli introiti fiscali. Inoltre, rimuovendo parte dei 55 milioni di veicoli con più di dieci anni dalle strade europee, si registrerà un notevole abbassamento delle emissioni ed aumento della sicurezza stradale”.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot