informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
06/08/2015
logistica, armatori, autotrasporto

Trasporto merci, bene tutti tranne il transhipment

dot Trasporto merci, bene tutti tranne il transhipment

Nei primi sei mesi del 2015, è cresciuto il traffico di merci e anche il fatturato delle aziende in quasi tutti i segmenti del trasporto. Gli unici a non festeggiare, e che anzi perdono colpi, sono il comparto del transhipment e il trasporto marittimo di rinfuse solide (negativo in particolare per la crisi di Taranto). Sono questi gli elementi principali che emergono dalla nota congiunturale del primo semestre elaborata dal Centro Studi Confetra e realizzata intervistando un panel di imprese tra le più rappresentative dei vari settori.


I livelli pre-crisi
Nonostante lo studio confermi i dati positivi già emersi nel secondo semestre 2014, la Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica smorza subito i facili entusiasmi ricordando, comunque, “che i livelli pre-crisi sono ancora lontani per quasi tutti: solo il cargo aereo - con le ottime performance in peso (+5,1%), in numero di spedizioni (+2,5%) e in fatturato (+3,4%) - ed il traffico container di destinazione (+8,8%) - con aumento del numero di spedizioni (+2,1%) e del fatturato (+3%) - hanno ormai raggiunto e superato i valori del 2007”.


Cresce la domanda intercontinentale
Ma andiamo nel dettaglio. Cresce chiaramente la domanda intercontinentale, non solo in export ma ormai anche in import. Riprendono inoltre sia il traffico nazionale su strada (+4,0%) sia quello ferroviario (+2,6%), mentre aumentano solo moderatamente il trasporto e le spedizioni continentali su strada (rispettivamente + 1,3% e +1,7%). Anche l’andamento del traffico nei valichi alpini, con pochi decimali di aumento, conferma l’affanno delle economie europee, mentre si riscontra che nonostante un rallentamento, sono comunque ancora gli USA a trainare la ripresa, che stenta in Europa.


Domanda interna e fatturato
La ripresa della domanda interna – segnala Confetra – rimette in moto anche il traffico domestico, all’interno del quale si può osservare l’ottimo andamento del ro-ro su Palermo (+10,9%). Netto incremento anche per i courier, (+8,5% in quantità e +7,5% in fatturato). Confetra inoltr sottolinea un elemento importante: “il sostanziale equilibrio tra aumento del traffico e aumento del fatturato (segnale che si sta arrestando il processo di erosione del margini), la riduzione sia dei tempi di incasso (81 giorni contro gli 86 della rilevazione precedente), sia delle insolvenze rispetto al fatturato (1% contro il 2,1%), nonché la diminuzione delle sofferenze bancarie del settore rilevata dalla Banca d’Italia, dopo una ininterrotta serie di aumenti durata dieci semestri”.

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot