informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
26/02/2015
logistica

Suez agli italiani, "Venite a investire qui"

dot Suez agli italiani, "Venite a investire qui"
«Siete nostri fratelli, venite a investire qui». Così il presidente del Suez Canal Authority, l'ammiraglio Mohab Mamish, ha accolto il 22 febbraio una delegazione di governo, aziende e banche italiane insieme al governo egiziano.
Al centro i lavori di ampliamento del canale di Suez per eliminare il senso unico alternato aggiungendo una nuova corsia, con l'obiettivo di raddoppiare per il 2023 il traffico e la capacità del canale artificiale aperto nel 1869. Della missione italiana in Egitto vi hanno fatto parte, tra gli altri, il viceministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda, rappresentanti di Telecom Italia, Italcementi, Maire Tecnimont, Olivetti, Fincantieri, Trevi, Pizzarotti, Bonatti e le banche Unicredit, Monte dei Paschi e Intesa San Paolo. Il gruppo ha incontrato alcuni ministri egiziani tra cui quello del Commercio, degli investimenti, della Cooperazione internazionale e dell'Elettricità. 

Un nuovo canale e un centro industriale
La delegazione italiana e quella egiziana hanno visitato per due giorni i cantieri vicino la città di Ismailia, zona dove verrà aggiunta, parallelamente al canale storico, una tratta di 73 chilometri di nuovo canale. I lavori includono anche l'escavo di 35 chilometri del canale storico, lungo in totale 193 chilometri, dal Mar Rosso al Mediterraneo. I lavori verranno completati a tempo record, ad agosto di questanno invece che nel 2017 com'era stato preventivato quasi un anno fa quando furono annunciati e avviati. Costerà 8,2 miliardi e prevede nei prossimi anni la creazione di un'area metropolitano-industriale con abitazioni, centri petrolchimici, tessili, di vetro e metallurgia leggera; cantieri navali e centri di allevamento del pesce.

Il raddoppio
In pochi anni il canale avrà un traffico non-stop ventiquattr'ore su ventiquattro. Nel 2023 dovrebbe raddoppiare i transiti, passando da una media attuale giornaliera di 49 a 97, con gli introiti più che raddoppiati passando da 5,3 miliardi dell'anno scorso a 13,2 miliardi (+168%). I tempi di percorrenza media scenderanno dalle attuali 18 a 11 ore.

L'importanza di un canale più grande per il Mediterraneo 
Per Suez l'idea di un progetto del genere non è nuova. Il canale è storicamente una struttura limitata, fin da quando la navigazione marittima si è globalizzata dopo la nascita del canale di Panama cinquantuno anni dopo (1920) -e che tra un anno raddoppierà anche lui le dimensioni, con non poca preoccupazione degli assicuratori- e soprattutto dopo l'arrivo del container nella metà degli anni '50.
Il canale di Suez è navigabile a senso unico alternato, permettendo il transito fino a un massimo di tre navi contemporaneamente. Il raddoppio serve quindi sostanzialmente a permettere il transito contemporaneo sia di navi provenienti dal Mar Rosso che dal Mar Mediterraneo. E sarà quest'ultimo mare a beneficiare maggiormente di questa espansione, così com'è successo più di cent'anni fa quando fu inaugurato. Con l'arrivo del canale di Suez, infatti, nacque una nuova direttrice di traffico dall'Asia direttamente per il sud dell'Europa, evitando la circumnavigazione dell'Africa via Capo di Buona Speranza, riducendo i tempi di viaggio di decine di giorni. Ora che il canale diventerà a doppia corsia la velocità di transito si ridurrà drasticamente, passando da undici a tre ore (in pratica non bisognerà più aspettare l'uscita della nave in “controsenso”), e ci si aspetta di conseguenza che nel Mediterraneo entreranno più navi.
 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
16 AGOSTO 2017 ore 12:02
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot