informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
23/06/2016
logistica

Shipping nel Med, Italia superata dalla Germania

dot Shipping nel Med, Italia superata dalla Germania
di Paolo Bosso

L'Italia non è il paese che interscambia più merci (import-export) nel Mediterraneo. È quarta. Prima di lei ci sono la Cina, l'Usa e la Germania, la quale ci ha superato nel corso del primo trimestre di quest'anno. È quindi seconda, in Europa. Non è leader, pur essendo al centro di questo bacino, ma la cosa non sorprende nessuno, considerando che il grosso del traffico marittimo verso il Vecchio continente, anche quello che passa per il canale di Suez, ha come principale destinazione il northern range di Anversa, Rotterdam e Amburgo.

Il Mediterraneo, il canale di Suez (allargato ad agosto dell'anno scorso) e Panama (che inaugurerà due nuove chiuse atlantiche e pacifiche questa domenica dopo i test di Baroque) sono state le tre aree geografiche analizzate dall'Italian maritime economy, il terzo rapporto annuale sullo stato di salute del traffico marittimo del Mare Nostrum realizzato dal centro Studi e Ricerche per il Mezzogiorno (Srm) del Banco di Napoli, presentato oggi nella sede dell'istituto di credito.

Italia leader in cabotaggio e rotabili
Il nostro Paese è quindi fermo al palo nello sviluppo dei traffici mediterranei e lo studio di Srm non fa che confermarlo. Un Mediterraneo allargato quello concepito dal centro studi San Paolo: sono inclusi anche Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita ed Emirati, Paesi che pur non affacciandosi in quel mare vi intrattengono rilevanti rapporti commerciali. In quest'area così concepita, l'Italia movimenta 473 milioni di tonnellate, di cui 10,2 milioni in container-teu. C'è un comparto però dove il Belpaese è un indiscusso leader: il traffico di cabotaggio e di rotabili, un settore, come sottolinea l'armatore napoletano Emanuele Grimaldi, «dove il Paese funziona: siamo il secondo costruttore al mondo di unità ro-ro e ro-pax e la nostra compagnia è la prima al mondo specializzata in questo tipo di trasporto». Se c'è un comparto dove il nostro Paese può quindi serenamente crogiolarsi è quindi questo, lo short sea shipping.

Panama e Suez poco concorrenti
Passando ai due canali commerciali più importanti al mondo, Panama e Suez, c'è da tenere a mente una differenza importante: non sono in concorrenza. O meglio, lo sono soltanto sulle tariffe. Suez dal 6 giugno ha avviato un taglio sui pedaggi che oscilla tra il 45 e il 65 per cento per le navi che dalla east coast statunitense sono dirette in Asia. Un modo per attirare un po' di traffico da lì. «L'espansione di Panama porterà a un potenziamento del traffico americano, anche sulla costa atlantica, notoriamente meno centrale rispetto alla west coast», spiega Massimo Deandreis, direttore generale di Srm. L'espansione di Suez, avvenuta ad agosto scorso, comporterà un potenziamento del traffico internazionale proveniente dall'Asia, mentre per Panama il potenziamento è locale, senza dimenticare che questo “locale” è nientemeno che il mercato statunitense e sudamericano. Nel canale africano transita un quinto del traffico marittimo mondiale, un quarto delle rotte, equivalenti a 823 milioni di tonnellate merce nel 2015 (circa un decimo del commercio marittimo mondiale). Vi transitano 97 navi l'anno fino a 22mila teu. Panama è un po' più piccolo: rappresenta circa il 4 per cento del traffico marittimo mondiale, poco più di due terzi costituiti dalla tratta east coast-Asia, con l'Italia che vi movimenta 3,1 milioni di tonnellate merce. Con l'espansione vi transiteranno giornalmente fino a 50 navi (oggi 38) per un massimo di 15mila teu (oggi 5mila teu). «La principale novità che l'espansione di Panama porterà con se sarà la realizzazione del porto di trasbordo di Corazal, a cui sono interessati terminalisti grossi come Apm, Terminal Link, Psa e Terminal Investment Limited (di Msc ndr)», commenta Alessandro Panaro, responsabile Maritime & Mediterranean economy di Srm.
 
Immagini: in alto, il governatore della Campania Vincenzo De Luca; credito immagine in apertura via 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
19 AGOSTO 2017 ore 10:36
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot