informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
03/08/2012
autotrasporto, logistica, porti

Ritratto della logistica italiana

dot Ritratto della logistica italiana
La fotografia del trasporto merci in Italia del primo semestre dell’anno mostra una diminuzione in termini di volume e di fatturato dell’intero comparto. Il risultato viene dal Centro Studi Confetra (Confederazione Generale Italiana dei trasporti e della Logistica) che periodicamente analizza l’andamento della logistica italiana.
Per quanto riguarda l’autotrasporto su strada c’è una certa stabilità con una perdita di traffico e di fatturato di solo lo 0,5%. Ben diversa la situazione per gli operatori nazionali che perdono quote rilevanti sia di traffico (-4%) che di fatturato (–5%). 
In forte calo anche il cargo aereo (–5,8%) che soffre del rallentamento della crescita delle economie asiatiche. Anche il traffico marittimo chiude il semestre con un segno negativo: –5,1% nei TEU e –3% nelle rinfuse. Il ro-ro registra invece un lieve aumento dello 0,8%, grazie al ripristino dei traffici commerciali con il Nord Africa dopo la cosiddetta primavera araba. Il primato della ripresa di questo traffico va al porto di Napoli con un sorprendente aumento del +77,1%. Da segnalare un aumento del traffico container sia a Genova +12,8% che a Trieste +18,5% mentre nei porti di transhipment crolla Taranto (-61,7%) ed è negativo anche il porto di Gioia Tauro (–6,6%) mentre Cagliari segna un +6,8%.
Il comparto ferroviario continua anche nel primo semestre 2012 a registrare perdite di traffico (–4,8%), confermando la crisi strutturale del settore.
Per quanto riguarda il transito di mezzi pesanti lungo i principali valichi alpini i dati sono tutti negativi: Fréjus –7,9%, Ventimiglia –5,6%, Brennero –4,8%, Monte Bianco -2,3%. Nel traffico aereo il polo milanese Linate/Malpensa segna –8,68%, cui risponde con un -8,16% il polo romano di Ciampino/Fiumicino. Positivo solo Bergamo Orio al Serio +1,6%.
A questa situazione di sofferenza dell’intero settore si aggiunge un dato fortemente negativo sulle immatricolazioni dei veicoli pesanti, che nei mesi di aprile e maggio 2012 ha fatto registrare una flessione superiore  al –40%. Le difficoltà che sta vivendo il comparto si riflettono anche nelle sofferenze bancarie delle imprese che operano nel settore “trasporto e magazzinaggio”: in un anno sono cresciute del 34% (I trimestre 2011/I trimestre 2012), superando i 2,4 miliardi di euro. Se consideriamo il periodo I trimestre 2009/I trimestre 2012 l’aumento è pari al 149%. 
«Il rallentamento delle attività economiche, iniziato a metà dello scorso anno continua a farsi sentire – commenta Confetra – e di conseguenza il settore del trasporto e della logistica soffre. Basti pensare che oggi i tempi medi di incasso sono 87 giorni mentre le insolvenze rispetto al fatturato arrivano al 2,6%».

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
21 AGOSTO 2017 ore 17:06
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot