informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
24/11/2015
politiche marittime, porti

Riforma dei porti, Gallozzi: "Troppe autorità di sistema"

dot Riforma dei porti, Gallozzi: "Troppe autorità di sistema"
di Paolo Bosso

Dopo la lettera al ministero dei Trasporti, gli operatori portuali salernitani tornano a manifestare il proprio dissenso alla logica degli accorpamenti della riforma dei porti del governo. Lo fanno con un'audizione alla Commissione Trasporti della Regione Campania tenuta ieri da Agostino Gallozzi, presidente del gruppo Gallozzi e del Salerno Container Terminal.

Le istanze sollevata dall'imprenditore, in rappresentanza degli operatori locali, sono le stesse di quelle contenute nella missiva firmata dai 45 imprenditori campani due settimane fa: la riforma - approvata in Consiglio dei ministri a luglio - accorpa in modo disuguale i porti del nord e del sud amplificandone le disuguaglianze infrastrutturali e “governamentali”. Aumenta la burocrazia e depotenzia i mercati locali piegandoli agli interessi impersonali del mercato, col risultato di dislocare i porti dalla produzione industriale regionale. «È bene ricordare - afferma Gallozzi - che non è l’accorpamento dei porti a favorire la crescita dei traffici portuali di un Paese: essa è, invece, legata alla crescita delle produzioni industriali e dei consumi in connessione con i mercati internazionali. Né la situazione italiana è paragonabile alle dinamiche portuali del Nord Europa che ha territorialmente un fronte di mare limitato, al servizio di una piattaforma continentale molto vasta, che si estende dalla Francia del nord fino alla Russia». 

Gli operatori di Salerno temono l'accorpamento con l'Autorità portuale di Napoli che in questi ultimi anni si è dimostrata debole e poco affidabile per essere il polo dirigenziale dell'”Autorità di sistema” regionale prevista nel disegno di riforma del governo. Secondo Gallozzi lo scalo partenopeo concentra «molte delle criticità della portualità nazionale: pluri-commissariamenti; elevata evasione dei canoni demaniali; concessioni di lunghissima durata (50 anni) assegnate senza gara; perdita dei traffici; scarsa capacità di realizzare opere infrastrutturali e dragaggi (Grande Progetto), mancato utilizzo dei fondi europei. Come potrebbe mai questa stessa Autorità portuale badare efficientemente anche al porto di Salerno?». Ma anche se si parla di Napoli la critica guarda alla logica di fondo che somiglia a questo punto a un “gattopardo”. «Se si intende aggregare seriamente i porti in sistemi competitivi – conclude Gallozzi - si deve puntare alla creazione di non più di sei distretti della portualità e della logistica: Nord Est, Nord Ovest, Sud Est, Sud Ovest, Sicilia e Sardegna. Si sta procedendo, invece, ad accontentare 14 porti che conservano l’autonomia, confermando l’idea che non sia l’accorpamento la soluzione dei problemi della portualità del paese».

Il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha commissariato qualche giorno fa la sedicesima Autorità portuale, Genova, rassicurando che si tratterà di un insediamento non più lungo di due mesi, il tempo necessario per approvare la riforma dei porti che dovrebbe arrivare in forma di emendamento. Ma ormai si parla da mesi di una modifica della legge 84/94 che sarebbe dovuta arrivare dopo l'estate. Che sia questo temporeggiamento un segno di incertezza verso il modello delle 14 autorità di sistema?
 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
22 AGOSTO 2017 ore 10:34
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot