informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
20/08/2015
ambiente, porti

Porto di Trieste, il piano regolatore è realtà

dot Porto di Trieste, il piano regolatore è realtà
L’iter ministeriale di approvazione del piano regolatore del porto di Trieste approda allo step finale. Dopo il parere favorevole della Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale (Valutazione ambientale strategica-Vas e Valutazione di impatto ambientale-Vas), è stato notificato all’Autorità portuale di Trieste il decreto con cui il ministero dell’Ambiente e quello dei Beni culturali danno parere positivo, stabilendo per legge la «compatibilità ambientale delle opere previste dal piano».

Il piano regolatore portuale è lo strumento fondamentale per la pianificazione di uno scalo. Quello di Trieste, come altri porti italiani, è molto vecchio, risalendo al 1957, un anno prima, per esempio, di quello del porto di Napoli. «Lo scalo triestino è case history a livello italiano» per l'authority triestina, essendo stata la prima ad attivare con successo i complicati strumenti del Vas e del Via. «Un modello che potrà fare da apripista a molti altri porti del nostro paese» commenta l'authority. 

«Si conclude un iter iniziato nel 2009 e poi interrotto – commenta il commissario dell'Autorità portuale di Trieste Zeno D'Agostino - il piano regolatore rivoluziona l’attività di pianificazione di uno scalo perché permette di lavorare in una prospettiva di lungo periodo. Ora possiamo guardare al porto del futuro, sbloccare la realizzazione di nuove infrastrutture strategiche, attrarre nuovi investimenti, rilanciare l’attività logistica e industriale, divenendo credibili all’estero con un vero piano di marketing internazionale. Dopo il placet ministeriale, - ha concluso D’Agostino - manca solo l’ultimo passaggio della Regione Friuli Venezia Giulia con cui dovremo siglare un protocollo d’intesa per dare sostanza alle prescrizioni presenti nel decreto».

Vas, Via, Vinca
Le tre sigle sono importanti autorizzazioni ministeriali per le opere, dal dragaggio a una nuova banchina con gru. E sono tutte un elefante burocratico. La Valutazione di impatto ambientale coinvolge tre attori: proponente, soggetti interessati, autorità competente. Dura tra i 300 e i 360 giorni e si compone di nove fasi. La Valutazione ambientale strategica (Vas) coinvolge sei soggeti: autorità competente, autorità procedente, proponente, sistema agenzie ambientali, Ispra, soggetti competenti in materia ambientale. Dura fino a 330 giorni e si compone di sette fasi. Infine, la Valutazione di incidenza ambientale (VIncA) si compone di quattro fasi: verifica, screening fattibilità progetto.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
16 AGOSTO 2017 ore 12:02
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot