informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
23/06/2011
porti, politiche marittime

Porto di Napoli approva piano triennale di sviluppo

dot
Porto di Napoli approva piano triennale di sviluppo
Il Comitato Portuale di Napoli, riunitosi questa mattina, ha approvato il Piano Operativo Triennale 2011-2013. Alla riunione ha preso parte il nuovo assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli Luigi De Falco. 
Il Pot 2011-2013 redatto dall’Autorità Portuale di Napoli conferma le direttrici di sviluppo già individuate nel precedente documento di programmazione con particolare riferimento alla realizzazione del terminal di Levante per l’ammodernamento infrastrutturale del settore, all’escavo dei fondali, a nuovi collegamenti viari e ferroviari e all’individuazione di aree esterne al porto per lo stoccaggio dei container.
Per quanto attiene alla cantieristica il Pot sottolinea l’urgenza di attivare meccanismi di regolazione che garantiscano un accesso equo e competitivo alle strutture affidate al sistema pubblico, prevedendo l’introduzione di organi di valutazione della produttività dei singoli concessionari. Per le autostrade del mare precisa che, in ragione dell’aumento dei traffici, occorre recuperare ulteriori spazi portuali previa delocalizzazione di attività che possano essere svolte in altri porti limitrofi. 
Un capitolo è inoltre dedicato al porto di Castellammare di Stabia indicando tra le priorità la redazione, d’intesa con il Comune, di un nuovo piano regolatore portuale. L’obiettivo è «far divenire il porto di Castellammare di Stabia una sede stabile per il traffico crocieristico e sede effettiva dei collegamenti delle linee del mare da e per il Mediterraneo».
«Le scelte indicate nel piano - ha tenuto a precisare il presidente Luciano Dassatti - sono il frutto di un confronto con le istituzioni locali, con le categorie imprenditoriali e sindacali coinvolte. Le scelte tengono poi conto dello scenario che emerge dal posizionamento strategico del porto di Napoli. L’Autorità Portuale ha in tal senso chiaro l’obiettivo di cogliere le opportunità che gli scenari internazionali offrono, sfruttando appieno le potenzialità esistenti dello scalo e realizzando soluzioni infrastrutturali nell’ottica di un sistema logistico efficiente».
Il Comitato ha poi approvato il mantenimento della partecipazione dell’Autorità Portuale di Napoli (25%) nella società Sepn (servizi ecologici portuali).
Infine è stata affrontata la problematica Ferport, la società per le manovre ferroviarie attualmente in liquidazione. Si è deciso di dare mandato al presidente di cercare ogni soluzione al fine di garantire la continuazione dell’attività d’impresa, salvaguardando la forza lavoro impiegata, supportando l’attività del liquidatore in modo da metterlo in condizione di tornare alla piena operatività.

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
22 AGOSTO 2017 ore 16:34
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot