informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
10/11/2016
porti

Porto di Livorno, un 2017 "cauto"

dot Porto di Livorno, un 2017 "cauto"
Un presunto avanzo di cassa di 51,8 milioni, un risultato economico netto di 5,7 milioni e un avanzo di amministrazione che di qui alla fine dell’anno prossimo “dimagrirà” di 6,3 milioni, passando da 37,1 a 30,8 milioni di euro. Sono i numeri illustrati dal dirigente amministrativo dell’Autorità portuale di Livorno, Simone Gagliani, e riportati nel bilancio di previsione 2017 che questa mattina è stato approvato dal Comitato portuale.

«La fine del 2016 – ha detto il commissario Giuliano Gallanti – coincide con il termine di questa gestione dell’Autorità Portuale di Livorno in vista dell’ormai prossima costituzione dell’Adsp del Mar Tirreno Settentrionale. In questi anni, sia grazie a una oculata politica di bilancio che ad una coraggiosa politica degli investimenti e della regolazione delle attività portuali, il porto ha recuperato posizioni importanti nello scacchiere nazionale e mediterraneo. Consegno alla futura amministrazione un porto migliore di come l’ho trovato sei anni fa».

“L’avvocato dei moli” si è poi soffermato sul bilancio di previsione 2017 che – ha rimarcato – non può che essere un documento contabile ispirato a principi di cautela e di ordinaria amministrazione, concentrato sulla prosecuzione degli investimenti infrastrutturali già previsti nei vigenti strumenti di programmazione: «Il 2017 – ha sottolineato – è un anno ponte tra quanto fatto in termini di ammodernamento e recupero dei traffici e quanto ancora c’è da fare, a  partire dalla piena attuazione del Piano Regolatore Portuale».
Le spese per investimenti
Per proseguire lungo la strada ormai tracciata e per riportare a Livorno sviluppo economico ed occupazionale, l’Autorità Portuale intende spendere per l’anno che viene 28,8 milioni di euro per la realizzazione di opere infrastrutturali e la manutenzione straordinaria del porto: mediante risorse proprie, saranno spesi 10 milioni per le attività propedeutiche alla realizzazione della Piattaforma Europa e 2,2 milioni e mezzo per attività di dragaggio varie (1 mln per la Darsena Calafati e 1,5 mln per la Darsena n.1). Attraverso il mutuo acceso con la BEI verranno poi spesi 2,1 mln di euro per la costruzione del nuovo magazzino per cellulosa in zona M-K; 3,5 mln per le attività di approfondimento dei fondali prospicienti i pontili 12 e 13 e 2,8 per il dragaggio della nuova Darsena Petroli. Verranno poi promossi investimenti importanti per il potenziamento delle infrastrutture ferroviarie sulla sponda est della Darsena Toscana (500 mila euro); per la connettività tra il porto e l’interporto (400 mila euro). Infine, 2 mln di euro saranno impegnati per le opere di manutenzione straordinaria di strade e banchine. Oltre alle spese per investimenti (uscite in conto capitale), si prevedono spese correnti per 16,2 mln di euro.

Le entrate
Le entrate correnti sono iscritte per 26,8 mln di euro. La Port Authority prevede di incamerare per il 2017 16,8 mln di euro dalle tasse portuali (11 mln) e dalle tasse di ancoraggio (5,5 mln). Mentre verranno incamerati 8 mln di euro grazie ai canoni demaniali. A queste si aggiungono le entrate in conto capitale per circa 1,2 mln di euro.

Il Programma Triennale delle opere pubbliche
Oltre al bilancio di previsione è stato approvato il programma triennale 2017/2019 delle opere pubbliche. Dal quadro delle risorse emergono impegni di spesa nel triennio per 126,2 milioni di euro. Per il 2017 risultano investimenti per 26 milioni, per il 2018 e 2019 ci sono 100 mln a disposizione, più o meno divisi in parti uguali tra i due anni. 

Il nuovo numero massimo delle autorizzazioni sui servizi portuali
Nel corso della riunione il Comitato Portuale ha anche adottato la delibera concernente la determinazione del numero delle autorizzazioni all’esercizio delle operazioni e dei servizi portuali. Per il 2017 rimarrà inalterato il numero massimo dei soggetti autorizzabili: saranno 20 le imprese che potranno svolgere le operazioni portuali, e otto quelle abilitate a svolgere i servizi portuali. 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
24 AGOSTO 2017 ore 09:38
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot