informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
03/03/2017
porti

Piano triennale, porti campani fanno sistema

dot Piano triennale, porti campani fanno sistema
141 milioni di euro per Napoli e 73 milioni per Salerno. È il Piano operativo triennale (Pot) 2017-2019 approvato oggi dal Comitato di gestione dell'Autorità portuale (Adsp) del Tirreno centrale (Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia). Per i due porti principali gli interventi rientrano nei programmi del “Grande progetto”, finanziati dall'Ue e dalla Regione Campania e riguardano dragaggi, collegamenti stradali e ferroviari, infrastrutture fognarie e idriche. Nello specifico, per Salerno i dragaggi, il completamento della “Porta Ovest” (il collegamento autostradale per i mezzi pesanti), l'allargamento dell'imboccatura e la realizzazione del terminal ro-ro. Per Napoli il completamento della nuova darsena di Levante e il nuovo collegamento viario e ferroviario per lo scalo partenopeo. Per Castellammare di Stabia il Pot riguarda l’attracco di mega-yacht e il rilancio dell’industria cantieristica.

Un Pot che arriva al termine di diverse sedute del Comitato, con l'Adsp che ci lavora da quando si è insediata, il 5 dicembre dell'anno scorso. L'approvazione definitiva del Piano sarà anche l'occasione per la prima riunione dell'Organismo di partenariato che dovrà esprimere il suo parere. È l'ente consultore che rappresenta le istanze dei privati; il Comitato di gestione, unico ente decisore, raccoglie quelle di authority, Regione, Comune e Capitaneria. La data della riunione dell'Organismo è fissata per il 9 marzo alle 16, dopodiché il Pot potrà essere inviato al ministro dei Trasporti Graziano Delrio.

«Una programmazione che integra e valorizza lo sviluppo dei porti della Campania. Obiettivo primario sarà quello di portare a compimento le opere infrastrutturali. La nascita infatti del nuovo organismo deve servire a accelerare la realizzazione degli interventi in corso al fine di rendere maggiormente competitivo il sistema del Tirreno centrale rispetto alla portualità mediterranea», commenta il presidente dell'Adsp Pietro Spirito. «La strategia - continua - è potenziare il sistema campano, un sistema portuale multipurpose, sostenuto da un bacino demografico ad alta densità, 14 milioni di abitanti, e dalla presenza di importanti poli produttivi che si estendono dalla Campania alla Basilicata, alla Puglia settentrionale e al basso Lazio. La previsione di istituire zone economiche speciali che coinvolgono i territori dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare può rappresentare una politica industriale rilevante, consentendo di ispessire e consolidare il tessuto produttivo regionale attraendo l’attenzione delle compagnie armatoriali».
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
22 LUGLIO 2017 ore 08:46
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot