informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
27/05/2010

Perché non bisogna sopprimere Ipsema

dot
Perché non bisogna sopprimere Ipsema
L’ipotesi di soppressione dell’Ipsema non piace neanche agli armatori. Il motivo principale, condiviso dallo stesso istituto di previdenza, risiede nel fatto che le proiezioni di bilancio garantiscono una certa solidità fino al 2020. 
I progetti del governo prevedono l’accorpamento di Inail, Ipsema e Ispesl nel “Polo della salute e della sicurezza”. La manovra economica 2011-2013 varata nei giorni scorsi dal Consiglio dei ministri prevede riduzioni della spesa pubblica ed effetti finanziari strutturali per 24 miliardi di euro con l'obiettivo di ricondurre il rapporto tra indebitamento e prodotto interno lordo nel 2012 al di sotto del 3% come previsto dal Trattato di Maastricht. Da qui la decisione di sopprime l’ente previdenziale. 
«Siamo fermamente contrari – ha detto il presidente Confitarma Paolo d’Amico - tanto più che questa ipotesi, come abbiamo più volte fatto presente alla Presidenza del Consiglio, non avrebbe alcun effetto reale in termini di risparmio sul bilancio dello Stato, che oggi invece trae benefici dagli effetti positivi derivanti dalla gestione dell’Istituto le cui proiezioni di bilancio garantiscono una solidità economico-finanziaria fino al 2020». 
Ipsema si oppone alla manovra per tre motivi: sarebbe un “delitto” contro un patrimonio storico quale quello delle casse marittime, risalenti al XIX secolo; in secondo luogo il taglio porterebbe ben pochi benefici alle casse dello stato visto che l’ente sarà in attivo fino al 2020; infine perché alla riorganizzazione dei servizi walfare ci ha già pensato la stessa Ipsema con l’ipotesi di creazione dell’”Ente Sociale Italiano della navigazione”, Secondo Ipsema, un ente di questo tipo, oltre a valorizzare «la specificità del comparto marittimo», permetterebbe la «riorganizzazione territoriale delle strutture che si occupano a vari livelli e con diverse competenze della tutela della gente di mare» comportando una «miglioramento complessivo dei servizi e ad un risparmio che l’istituto ha quantificato in almeno 15 milioni di euro. Da questa proposta è nato un disegno di legge presentato dalla Commissione lavoro della Camera dei Deputati per il quale è iniziato l’iter legislativo».
Per Confitarma l’accorpamento/soppressione andrebbe contro la tradizione previdenziale marittima non solo italiana ma europea. «Tutti gli Stati membri della Ue a forte tradizione marinara – spiega d’Amico - hanno uno specifico istituto assistenziale per il personale navigante, vista la specificità delle normative in tale materia ad esso applicabili (convenzioni internazionali, normativa comunitaria e nazionale). Con la scomparsa dell’Ipsema, il settore marittimo italiano perderebbe l’unica struttura pubblica specializzata, che oggi costituisce il catalizzatore di tutte le problematiche del welfare per il mondo del mare».

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot