informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
23/09/2014
politiche marittime, armatori

Paesi Bassi, gli armatori spingono per le riforme

dot Paesi Bassi, gli armatori spingono per le riforme
Tutto il mondo è paese. Anche l'Olanda, eccellenza mondiale nella logistica e nell'organizzazione portuale, lamenta troppa burocrazia nel settore. Sembra assurdo, eppure c'è chi davvero ha affermato una cosa del genere. «I politici e tutti i livelli di governo devono essere consapevoli del fatto che il cluster marittimo è un organismo integrato e che dobbiamo avere una strategia marittima non ambigua». Ad affermarlo è Arie Kraaijeveld, presidente dell’associazione olandese Nederland Maritiem Land (Nml), che lamenta l’eccessiva presenza di vincoli burocratici che limitano l’attività degli operatori del settore. Kraaijeveld ha introdotto l’argomento parlando nei giorni scorsi in occasione di una conferenza stampa convocata all’inizio dell’evento annuale World Port Days svoltosi a Rotterdam. Con lui, riferiscono Worldcargonews.com e Cisco, Tineke Netelenbos, ex ministra dei trasporti olandese, ora presidente della Kvnr (organizzazione degli armatori olandesi) e Albert Engelsman, direttore della Wagenborg Shipping e vice presidente della Kvnr. Tutti e tre sollecitano il governo ad approntare una “task force marittima” con il compito di sbarazzarsi “della normativa non necessaria che ostacola il settore” e di far sì che la politica marittima stia in cima all’agenda strategica. 
«A causa delle leggi superflue stiamo mandando via attività, invece di attirarle» ha detto Engelsman. Egli ravvisa un netto contrasto fra la situazione nei Paesi Bassi e quella di Singapore, che a suo dire dispone di una politica marittima proattiva. 
La Netelenbos ha illustrato i problemi che secondo lo Nml affliggono il settore con riferimento allo scalo a Rotterdam previsto per il 26 settembre della più grande nave da crociera del mondo, la Oasis of the Seas della Royal Caribbean. «Seimila passeggeri sbarcheranno a Rotterdam ed altri seimila saliranno a bordo quindici giorni dopo» ha detto la Netelenbos. «Nel frattempo, la nave sarà sottoposta a manutenzione e riparazioni presso i cantieri navali Keppel Verolme di Rotterdam. Il problema consiste nel fatto che i duecento operai aggiuntivi extracomunitari che saranno impiegati a supporto nei cantieri navali dovranno essere autorizzati singolarmente e non come gruppo, il che è solo fonte di costi addizionali e dà una cattiva impressione». Lo Nml ha inoltre lamentato il fatto che i Paesi Bassi siano il solo stato dell’Unione Europea privo di una politica anti-pirateria che consentirebbe di impiegare guardie armate private sulle navi battenti bandiera olandesi. «L’anno scorso, 90 navi mercantili olandesi sono passate sotto altre bandiere e circa la metà di loro lo hanno fatto per quella ragione» afferma la Netelenbos.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
19 AGOSTO 2017 ore 10:36
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot