informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
19/07/2012
porti

Nell'extragettitto il nodo della governance portuale

dot Nell'extragettitto il nodo della governance portuale
di Paolo Bosso 
 
I porti italiani non si accontentano dell’autonomia finanziaria, tra l’altro inserita in un disegno di legge in discussione al Senato che rischia di naufragare per via della spending review. L’assemblea annuale Assoporti, svoltasi a Roma, che ha avviato la prima presidenza-staffetta della storia dell’associazione divisa tra Luigi Merlo (Genova) e Pasqualino Monti (Civitavecchia), ha visto un duro scontro tra i porti e il governo, quest’ultimo rappresentato dal viceministro dei Trasporti Mario Ciaccia e dal promotore della legge di autonomia finanziaria Luigi Grillo, presidente della VIII Commissione dei Lavori Pubblici del Senato. 
«I 70 milioni dell’autonomia finanziaria sono una mancia, a noi le mance non bastano» ha detto chiaramente Merlo. Questa cifra sarebbe il limite massimo che il governo distribuirebbe ai porti, che di fatto non corrisponde a quell’1% di gettito che dovrebbe tornare nelle casse dei porti, nocciolo dell’autonomia finanziaria, percentuale che se venisse rispettata sarebbe intorno ai 150 milioni. Anche Confitarma si allinea al giudizio negativo di Merlo parlando di un “fondo” «non sufficiente».
La questione dell’extragettito è un elemento chiave che tocca la governance dei porti. I 70 milioni di euro sono pochi se distribuiti equamente nei 24 porti italiani, addirittura mal distribuiti se non si guarda alle percentuali di traffico, alle infrastrutture e agli investimenti che fanno la differenza tra uno scalo e l’altro. Sono invece sufficienti se vengono dati a pochi porti, magari tre o quattro, oppure ridistribuiti sulla base delle singole performance. Tutte queste sono ipotesi dibattute già da tempo e chiamano in causa un’altra questione scottante, quella dell’utilità di avere ventiquattro authority. Ma sull’ipotesi di accorpamento l’Assoporti di Nerli è sempre stata chiara mantenendo una posizione analoga a quella riassunta da Ciaccia all’assemblea - «Non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello» - e non si vede perché Merlo o Monti debbano cambiare politica col rischio di fratturare ulteriormente un’associazione che non brilla per coesione interna.

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
16 AGOSTO 2017 ore 12:02
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot