informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
08/09/2014
nautica

Nautica, arriva l'IVA al 10% ma solo per quest'anno

dot Nautica, arriva l'IVA al 10% ma solo per quest'anno
Con il decreto Sblocca Italia il governo equipara solo per quest'anno i “Marina Resort”, in pratica i poli nautici, alle strutture ricettive all’aria aperta. Il decreto li definisce “strutture organizzate per la sosta e il pernottamento dei turisti all'interno delle proprie unità all’ormeggio” e godranno di un’IVA ridotta al 10%, quella da sempre vigente per tutte le strutture ricettive dedicate al turismo. 
Per la nautica da diporto è un'ottima notizia, in linea con una delle richieste lanciate un anno e mezzo fa per risollevare il settore. Si spera che la misura possa attrarre maggiormente il turismo nautico e a riempire i posti barca dei poli nautici, che in Italia sono tanti ma per lo più vuoti. «È una decisione utile anche a far rientrare nelle nostre acque una parte delle 40mila imbarcazioni fuggite all’estero per le politiche repressive del governo Monti» commenta Ucina-Confindustria Nautica.
Il “Marina Resort”, come concetto giuridico, è già presente da diversi mesi in Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.  
Uno studio commissionato all’Osservatorio Nautico di Ucina mostra che il maggior gettito fiscale derivante dalla sosta di queste unità sarebbe in un vicino futuro fino a sei volte maggiore del costo dei minori introiti IVA determinati nell’immediato. 
La norma approvata dal governo, voluta dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi con la collaborazione del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, ha trovato posto in un provvedimento che giunge a fine stagione ed è valida per il solo 2014. L'obiettivo di Ucina è quello di inserire il provvedimento nella prossima Legge di Stabilità, affinché si trovino le risorse necessarie per renderla definitiva. «È comunque un importante punto fermo, che per la prima volta pone un principio fondamentale: la fine della sperequazione a danno delle strutture turistico nautiche» ha commentato il presidente Ucina  Massimo Perotti. «Ora dobbiamo lavorare con il Parlamento, dove già l'onorevole De Micheli e la senatrice Fabbri si sono spese per sostenere questa causa, al fine di rendere il provvedimento definitivo».
Dalle analisi dell’Osservatorio Nautico Nazionale emerge che la spesa sul territorio di un turista nautico ammonta mediamente a poco meno del doppio di quella effettuata da un turista che utilizza strutture sul territorio.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
21 AGOSTO 2017 ore 10:30
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot