Expo GNL
informazioni marittime :: napoli
Banner Edizione Speciale
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
24/01/2017
porti

Napoli, un Museo del mare ai Magazzini Generali

dot Napoli, un Museo del mare ai Magazzini Generali
a cura di Paolo Bosso 
 
In origine doveva realizzarsi nel palazzo storico dell'Immacolatella Vecchia. Poi un'ipotesi al molo San Vincenzo. Alla fine il Museo del mare e dell'emigrazione di Napoli si farà a metà strada, in un altro palazzo storico carico di progetti falliti e promesse non mantenute, il “Magazzini Generali”, costruzione degli anni '40 firmata da Marcello Canino. Ora la Sovrintendenza ha detto sì al progetto portato avanti da anni da un Comitato promotore composto da 38 soci tra Regione, Comune, Confindustria, Confcommercio, Unione degli Industriali e  Propeller Club di Napoli. 
 
Il Museo del mare, così com'è stato progettato su commissione del comitato promotore agli architetti Gennaro Matacena, Antonio Gravagnuolo e Piera Stangherlin riuniti nello studio Cavuoto – e che verrà presentato giovedì prossimo alla Lega Navale al Molosiglio -, sarà distribuito su tre dei cinque piani del palazzo (più uno spazio sotterraneo) che conta nel complesso una superficie di 9mila metri quadri dove troverebbero spazio anche attività culturali, commerciali, di ristorazione e convegnistica.
 
Secondo i calcoli dei progettisti e dei committenti il ripristino dei Magazzini Generali costerebbe circa 40 milioni di euro. «La copertura economica non è un problema – rassicura il presidente dell'Autorità di sistema portuale (Adsp) del Tirreno Centrale, Pietro Spirito – i fondi del Grande progetto prevedono un restyling soprattutto nella parte che si affaccia verso la città. La difficoltà è condividere, programmare la governance. Ma mi sembra che siamo sulla buona strada».
 
La parte dedicata al museo esporrebbe una gran quantità di oggetti: l'archivio storico del porto sull'emigrazione, la flotta angioina, quella borbonica affondata dall'ammiraglio Nelson nel 1798, persino un paio delle diverse navi romane ritrovate negli scavi della metro di Piazza Municipio. «E poi la bellissima collezione di modelli navali messa insieme a Meta di Sorrento dall'ex presidente di Italia Nostra, Massimo Maresca. Tutte le bellissime testimonianze degli emigranti che partivano per il nuovo mondo. Insomma, una culla ideale per mostrare al mondo il significato vero di “Partono i bastimenti”», spiega Umberto Masucci, componente per il Comune del Comitato di gestione dell'Adsp e membro del comitato promotore con il Propeller Club di Napoli, di cui è presidente. «Non deve nascere un porto museo ma un museo nel porto», sottolinea Spirito. Di reperti «ce ne sono già tantissimi – continua – il porto ha poi un archivio enorme sull'emigrazione. Ovviamente va tutto catalogato. E ci sono già contatti con altri musei per lavorare insieme, come quello di Bagnoli. La Soprintendenza ha già detto sì». 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
24 MARZO 2017 ore 16:58
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Gnv
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Maersk
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Astamar
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot