informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
13/11/2012
eventi, porti

Masucci: "Una tavola rotonda permanente dell'area Med"

dot
Masucci: "Una tavola rotonda permanente dell'area Med" L’economia marittima, con i suoi problemi ma soprattutto le sue potenzialità, è stata la protagonista del dibattito “Bridging the gap: infrastructures and
transports and maritime economy
”, svoltosi nell’ambito della terza edizione del Forum Euromediterraneo inaugurato ieri a Milano con i rappresentanti di 35 Paesi. Riuniti intorno ad un tavolo, esponenti di Governi e Istituzioni nazionali e internazionali, imprenditori e uomini d’affari, personalità del mondo politico e della società civile dell’area euro-mediterranea si sono interrogati sul futuro del settore.
“Ho accolto con grande piacere lo spunto fatto in apertura del Forum dal presidente Antonio Taianj sulla strategicità dei cluster per lo sviluppo dell’area del Mediterraneo”, ha dichiarato Umberto Masucci, vice presidente della Federazione del Mare e Key note speaker della sessione. “In quest’area il cluster marittimo lo è in particolar modo visto che nel Mediterraneo transita oltre il 30% del petrolio mondiale e visto che i Paesi dell’area basano il loro commercio sul trasporto marittimo per una quota che, come è emerso nella sessione, va dall’85 al 92%. Per parte nostra – ha aggiunto Masucci - oltre il 70% del commercio fra Italia e Mediterraneo (per un valore superiore ai 40 miliardi di euro) e' collegato ai traffici marittimi”. La Federazione del Mare intende giocare un ruolo da protagonista nell’area e si fa portatrice di una proposta concreta: “Una tavola rotonda permanente dei cluster marittimi del Mediterraneo – spiega il presidente Masucci - per identificare progetti strategici comuni con l’obiettivo di sviluppare ulteriormente le attività marittime in tutta l’area”.
E che il bacino del Mediterraneo costituisca per il sistema Italia (in particolare dal punto di vista portuale) una grande opportunità di crescita e per costruire un corridoio fondamentale tra Europa e Africa, ne è convinto anche il presidente di Assoporti, Luigi Merlo il quale, nel corso del Med forum, ha sottolineato come “la portualità italiana vede con grande interesse il rapporto con il Mediterraneo, che sta crescendo molto, soprattutto su alcuni scali; sta crescendo il rapporto con il Marocco anche per la ricollocazione di molte aziende europee nelle aree logistiche africane. Consideriamo questo mercato in prospettiva tra i più interessanti – conclude Merlo - anche nel momento in cui c’è una flessione del mercato del Far-east”.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot