Intersped Service
informazioni marittime :: napoli
Numero speciale 2017
   
dot
dot
dot
12/02/2018
armatori

Maersk Line ritorna all'utile nel 2017

dot Maersk Line ritorna all'utile nel 2017
Crescono i noli, cresce il traffico, crescono i ricavi, ma il bilancio è generalmente in rosso. Nel 2017 il gruppo Ap Moller Maersk ha recuperato parte delle perdite dell'anno precedente ma chiude comunque in negativo. Ritorna all'utile invece Maersk Line. Secondo l'amministratore delegato del gruppo danese, Soren Skou, «l'anno passato è stato inusuale, caratterizzato da un cyber-attacco e da sfide operative in qualche hub. Siamo riusciti ad incrementare le entrate del 13 per cento. Tuttavia, il risultato finanziario mostra che sono ancora necessari dei miglioramenti. Guardando al progresso strategico, abbiamo compiuto i primi passi verso l'integrazione delle nostre attività di trasporto container, porti e logistica e la trasformazione digitale sta prendendo forma». Maersk è infatti, oltre ad essere il primo armatore del mondo, anche quello che investe massicciamente nelle tecnologie informatiche, come nella blockchain insieme a IBM. L'attacco informatico a cui si riferisce Skou è avvenuto a giugno dell'anno scorso e ha coinvolto i sistemi informatici del gruppo e della filiale Damco. Il virus “ransomware” ha reso inaccessibili le funzioni in back-office chiedendo in cambio un riscatto. L'attacco, che ha bloccato 17 terminal portuali di APM Terminals sparsi per il mondo, è durato un paio di giorni.
Utile giù, ricavi su
Per quanto riguarda il gruppo, l'utile netto è stato negativo per 1,16 miliardi di dollari (nel 2016 è stato di 1,9 miliardi). I ricavi sono saliti a 30,9 miliardi (+13,5%), dovuti per lo più alla cessione di Maersk Oil, Maersk Driling, Maersk Tankers e Maersk Supply Service, parte di un processo di riorganizzazione del gruppo oggi diviso in un ramo “trasporti” e uno “energia”

Noli in crescita
Per quanto riguarda Maersk Line, l'utile netto del 2017 è stato di 541 milioni, in decisa crescita rispetto al rosso di 376 milioni del 2016. I ricavi sono saliti a 24,3 miliardi (+17,3%). Un risultato dovuto a tre fattori: il traffico, i noli e l'acquisizione di Hamburg Sud, entrata in Ap Moller Maersk a dicembre 2017. «L'integrazione è iniziata bene – riferisce Skou – con entrambi i vettori che hanno aumentati i volumi durante i primi mesi. La nostra priorità assoluta per quest'anno è l'integrazione con Hamburg Sud».Il volume di trasporto è cresciuto del 3 per cento, pari a 10,7 milioni di FEU. Le rate di nolo sono aumentate mediamente dell'11%, pari a 2 mila dollari per FEU (la media del 2016 è stato di 1,795 dollari). Sale a 1,7 milioni di FEU il traffico intraregionale (+7,3%). Le tratte westbound sono cresciute del 2,4 per cento (3,8 milioni di FEU), quelle sudbound del 2,2% a 5,1 milioni di FEU.

Combustibile più caro
Aumentano le spese per il combustibile, salite da 223 dollari per tonnellate a 320 dollari (+43%).

APM Terminals chiude in rosso
La filiale terminalistica di Maersk – 74 terminal tra proprietà e gestione – ha visto crescere il traffico e perdere il fatturato. Le movimentazioni sono state del 6 per cento, pari a 39,7 milioni di TEU. L'utile netto è in perdita di 168 milioni (positivo per 438 milioni nel 2016).
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
22 FEBBRAIO 2018 ore 18:21
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot