informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
23/04/2012
ambiente, logistica

ll Sistri rinviato a novembre

dot
ll Sistri rinviato a novembre

La scadenza del tributo 2012 al Sistri è stata rinviata al 30 novembre. Lo rende noto il ministero dell'Ambiente sul sito del Sistri attraverso un comunicato. Le proteste di queste ultime settimane da parte di istituzioni e mondo del trasporto devono aver fatto il loro effetto. Il Sistri è il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti basato sull'informatizzazione dell'intero ciclo. Nato nel 2009 su iniziativa del Ministero dell'Ambiente, non è mai partito definitivamente ma numerose aziende di trasporto e alcune regioni italiane hanno in questi anni continuato a pagare i tributi per il servizio. Il 30 aprile sarebbe scaduto il termine di pagamento 2012 ma con l'annuncio del ministero dell'Ambiente tutto è stato rinviato. Sette mesi utili per capire dove va il Sistri, quali problemi risolvere per renderlo finalmente operativo e, per le aziende di trasporto, sciogliere il nodo dei pagamenti effettuati fin'ora a cui non è stato corrisposto alcun servizio. Dopo l’invito della Conferenza delle Regioni che, su proposta della Regione Piemonte, proponeva per quest’anno la sospensione del pagamento del Sistri, anche Anita (Associazione Nazionale Imprese Trasporti) si accoda alle richieste, rinnovando un appello al governo già fatto in precedenza in cui esorta alla sospensione del pagamento del contributo annuale. L’associazione sottolinea come non c’è stato al momento ancora «nessun provvedimento» per un sistema ancora in fase sperimentale. «Il governo – afferma Anita - ha mostrato disattenzione e indifferenza sulle problematiche che riguardano il Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti introdotto due anni fa ma la cui piena operatività è stata puntualmente rinviata da diversi provvedimenti legislativi. Nonostante questo, le imprese di autotrasporto hanno continuato a sostenere i costi di iscrizione, installazione delle black box e attivazione delle sim card». «Non siamo più disposti - ribadisce Carlo Coppola, presidente della sezione trasporto rifiuti di Anita - a pagare per un sistema non ancora pienamente operativo. Chiediamo al governo di sospendere il pagamento del contributo annuale e di individuare meccanismi di compensazione per recuperare i costi finora sostenuti». Intanto Corrado Clini, a capo del dicastero dell'Ambiente, chiama all'appello Confindustria per "valutare insieme le modalità per rendere finalmente operativo il sistema".

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
22 AGOSTO 2017 ore 16:34
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot