informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
18/05/2012
ambiente, porti

Ischia e Sorrento, Capitaneria regolamenta navigazione e ancoraggio

dot
Ischia e Sorrento, Capitaneria regolamenta navigazione e ancoraggio  
Sono in via di emanazione due ordinanze della Capitaneria di porto di Napoli che riguardano il decreto dei ministri dei Trasporti Passera e Ambiente Clini circa la navigazione e l'ancoraggio in aree sottocosta definite sensibili.  La normativa del governo, varata lo scorso marzo, è stata molto contestata in quanto penalizzante, sopratutto per le navi da crociera obbligate, la dove non potevano ormeggiare nei porti, ad ancorare a due miglia dalla costa. Capri, Sorrento, Ischia, Procida, ma anche Amalfi, Positano, oltre Portofino, Venezia ed altre località a forte vocazione turistica hanno protestato forte. Il rischio era veder scomparire il ricco traffico dei crocieristi in visita alle località turistiche. A seguito, però, delle direttive interpretative al decreto è stato consentito alle Autorità marittime di intervenire operando scelte che, senza colpire i fondamenti della normativa, la dove era possibile anche per esigenze ambientali, di emettere ordinanze tali da rendere più soft le norme del decreto.
Il Direttore marittimo della Campania e comandante del porto di Napoli, Domenico Picone, nel corso di una conferenza stampa tenuta nella tarda mattinata presso la Capitaneria di porto ha affrontato i temi caldi che riguardano la problematica in Campania.
Due le aree sensibili lungo le nostre coste. "Quella che riguarda la vasta zona -ha evidenziato Picone- che va da Amalfi, Positano fino a Sorrento e trova il suo vertice a Punta della Campanella e quella di Ischia". Per la prima c'era da risolvere il problema che la zona vietata al transito e ancoraggio investiva in pieno le bocche di Capri. "Vietando la navigazione tra le bocche di Capri -ha spiegato Picone- tutte le navi al di sopra delle 500 tonnellate avrebbero dovuto circumnavigare l'isola. Questo avrebbe portato a un maggior aumento dei costi, per maggior consumo di carburante, e tempi di percorrenza più lunghi". L'ordinanza in via d'emanazione prevede sostanzialmente che la zona interdetta viene ridotta ad un miglio e la zona d'ancoraggio a Sorrento (nella foto)viene individuata un poco più a occidente del porto di Marina Piccola. "Cambia poco -ha affermato Picone- rispetto a quanto veniva fatto prima del decreto ministeriale. Però con questa ordinanza abbiamo disciplinato il traffico delle lance, battelli e tender delle navi da crociera sia in arrivo sia in partenza dal porto di Sorrento".
Cambia invece ad Ischia, l'altra area molto sensibile del comprensorio napoletano e dove, più delle altre, si era sollevata la protesta di operatori turistici, albergatori, guide ed altro terziario del turismo che alle crociere sull'isola fanno riferimento. Ad Ischia la situazione è più difficile in quanto l'isola, come Procida, è all'interno di dell'Area marina protetta Regno di Nettuno. Pertanto, l'ancoraggio rimane impraticabile. "Stiamo cercando soluzioni diverse -ha commentato Picone- come quella di realizzare una boa d'ancoraggio, in un posto idoneo dell'area protetta, i cui corpi morti non vadano a incidentare sulla natura del luogo. I tempi non saranno brevi, stiamo studiando, assieme alla Stazione Dohrn di Napoli, tutte le soluzioni praticabili. Ma per questa stagione sicuramente non sarà possibile".  
  
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot