informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
28/03/2012
porti

Il terminalista non paga? E l'Autorità va sotto di 20 milioni

dot
Il terminalista non paga? E l'Autorità va sotto di 20 milioni

Debiti per un totale di circa 20 milioni di euro. Li avrebbero accumulati, nel corso degli anni, alcuni dei principali terminalisti dello scalo di Napoli nei confronti dell’Autorità portuale per il pagamento dei canoni concessori. Questa cifra, riferisce il Secolo XIX, è quasi il doppio di tutti gli introiti per concessioni pianificati dall’ente nel 2011. Una situazione insostenibile, che ha reso necessaria l’elaborazione di un piano di rientro a rate. Secondo il presidente dell’Ap, Luciano Dassatti, la montagna di debiti è cresciuta negli anni dal 2002 al 2009, con un accumulo complessivo superiore ai 12 milioni di euro di canoni non saldati. Cifra che si è incrementata nell’ultimo triennio sino a 20 milioni. Tra i motivi addotti dai terminalisti partenopei ci sarebbero le difficoltà finanziarie causate dai ritardi dei pagamenti da parte degli armatori. Una sorta di effetto domino, quindi, che partendo dagli armatori si scarica sui terminalisti e di qui all’Autorità portuale. Ma con questa campagna di rientro del debito per tornare in regola con le riscossioni, ha spiegato Dassatti al Secolo XIX, «ho voluto cambiare, anche con l’accordo degli stessi grandi gruppi che mi hanno chiesto di andare avanti sulla strada della legalità».

Il nostro commento (l.b.) - Il segreto di Pulcinella, viene usato per indicare un falso segreto, qualcosa che ormai è diventato di pubblico dominio nonostante i tentativi di tenerlo nascosto. Quanti segreti di Pulcinella esistono? Tanti, centinaia, migliaia, milioni. L’ultimo, in ordine di tempo, al porto di Napoli riguarda la mancata riscossione dei canoni demaniali dovuti dai terminalisti a favore della Autorità. Perché il segreto di Pulcinella? Perché –come dice una cronaca de Il Secolo XIX di Genova- risale al lontano 2002. Ma forse ci si è fermati solo all’ultimo decennio. Canoni non riscossi per 20 milioni, di cui 8 solo negli ultimi due anni. Per dare un’idea dei mancati introiti si fa riferimento ai canoni dovuti dai concessionari in un anno: poco più di 11 milioni.
C’è il terminalista che deve sei milioni, chi qualcosa in meno, altri poche centinaia di migliaia, fino alle decine di migliaia di euro. Ma c’è anche chi non deve nemmeno un euro ed è anche tra i più grandi in porto. I nomi si fanno, e come. I terminalisti si giustificano: i nostri clienti (gli armatori) ritardano i pagamenti e di conseguenza si va in difficoltà a pagare le spese.
Il bubbone è, dunque, scoppiato, dopo anni di segreti di Pulcinella. Ma, a questo punto, la domanda sorge spontanea. Se un padrone di casa si vede rifiutato o ritardato eccessivamente il pagamento del fitto, può legittimamente richiedere libera la casa e procedere al recupero dei mancati pagamenti più interessi. Se l’Autorità del porto, che peraltro ha un collegio di revisori, negli ultimi dieci anni ha difficoltà ad acquisire i canoni demaniali dai terminalisti concessionari, non ha tutti gli strumenti per –anche- revocare la concessione e richiedere sia arretrati che danni?

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
22 AGOSTO 2017 ore 16:34
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot