informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
19/10/2015
eventi, armatori, politiche marittime

Il bilancio sull'industria marittima di Shipping and the Law

dot Il bilancio sull'industria marittima di Shipping and the Law

Si è conclusa a Napoli la sesta edizione del convegno internazionale Shipping and the Law, la conferenza organizzata dallo Studio Legale Lauro con il patrocinio di Confitarma che riunisce ogni anno nel capoluogo campano alcuni tra i massimi esponenti dell’industria armatoriale, della cantieristica, della finanza, del mondo assicurativo e bancario, oltre a giuristi specializzati nel diritto marittimo provenienti da tutto il mondo.

 

La prima giornata

I lavori di quest’anno si sono aperti il 15 ottobre presso il Pio Monte della Misericordia: dopo il saluto dell'assessore alle attività produttive della Campania Amedeo Lepore e l'introduzione di Francesco S. Lauro, avvocato marittimista ideatore dell'evento, la mattinata ha visto gli interventi di Efthimios Mitropoulos, segretario generale emerito dell'Organizzazione Marittima Internazionale (Imo) sui recenti sviluppi dello shipping internazionale e di Mans Jacobsson, precedente direttore del fondo internazionale per i risarcimenti da inquinamento petrolifero, sui trattati internazionali e l'uniformità del diritto marittimo.

 

La conferenza è poi proseguita con la prima sessione "Follow the Money" dedicata alla finanza delle imprese armatoriali, presieduta da Diego Pacella (direttore finanziario di Grimaldi Group) nella quale si è sviluppato un vivace dibattito sul ruolo degli investitori di private equity nelle operazioni di ristrutturazione delle compagnie del settore provate dalla lunga crisi. Dopo la relazione introduttiva di Fabrizio Vettosi (VSL SpA) sono intervenuti, tra gli armatori: Angelo D'Amato (Perseveranza), Giuseppe Rizzo (RBD Armatori SpA) e George Tsavliris (Tsavliris Salvage Group); tra i banchieri: Gaudenzio Bonaldi-Gregori (PillarstonItal, KKR), Guido Lorenzi (HIG Whitehorse), Francesco Moneta (Lazard), Nino Mowinkel (Breakwater Capital), Philip Van Aerssen (ABN AMRO).


Alle critiche del mondo armatoriale per l'eccessiva aggressività dei fondi gli esponenti del settore finanziario hanno illustrato talune strategie innovative finalizzate ad instaurare collaborazioni di lungo termine, non soltanto con investimenti nel capitale di rischio ma anche attraverso forme innovative di private debt. "Occorre progettare delle strutture giuridico-finanziarie - ha dichiarato Francesco S. Lauro nel suo intervento "A Shipping White Knight Fund" - che possano apportare new equity in soccorso di quelle aziende che, pur essendo strutturalmente sane, soffrono la crisi indotta dal credit crunch e da un mercato troppo a lungo depresso".

 

La seconda sessione Shipping and the Law, presieduta del giudice internazionale britannico Sir Bernard Eder e da Francesco S. Lauro e incentrata sulle tematiche giuridiche, ha visto gli interventi di rappresentanti di alcuni dei maggiori studi internazionali del settore, Ince & Co., Hill Dickinson, Watson Fairley e dirigenti degli uffici legali di grandi armatori, Luca Forgione (Scorpio) e assicuratori marittimi, Per-Age Nygard (Norwegian Hull Club).

 

A chiusura dei lavori della prima giornata una sessione di dibattiti dedicata ai temi dell'innovazione tecnologica, l'efficienza energetica e le normative in tema di ambiente e sicurezza: "Innovation, Innovation, Innovation", presieduta da Michele Francioni (COO di Rina Services SpA) e Alberto Moroso (presidente di Atena, Associazione Italiana di Tecnica Navale), che ha visto la partecipazione di esponenti dei maggiori gruppi internazionali che operano nel settore, come Guido Ceccherelli (Ecospray Technologies srl), Volkmar Galke (Wartsila - Winterthur Gas & Diesel) e Søren Andersen (MAN Diesel), che si sono confrontati con rappresentanti del mondo armatoriale come Lorenzo Matacena (Caronte e Tourist SpA), Yavuz Kalkavan (armatore e proprietario dei cantieri Besiktas), Umberto D'Amato (Perseveranza), Roberto Martinoli (CEO di Grandi Navi Veloci SpA), Dario Bocchetti (responsabile risparmio energetico Grimaldi Group) e Leonardo Rondinella (Ceo di LGR di Navigazione SpA).

 

La seconda giornata 
Nella seconda e ultima giornata di lavori, venerdì 16 ottobre, sono intervenuti, tra gli altri, il presidente di Confitarma Emanuele Grimaldi, il presidente degli armatori europei Thomas Rehder, il vicepresidente della Camera Internazionale dello Shipping (Ics) e già presidente degli armatori greci ed europei John C. Lyras, l'attuale presidente degli armatori di Singapore e vicepresidente Ics Esben Poulsson. Accanto a questi interventi e quelli di altri esponenti di spicco del mondo armatoriale e marittimo internazionale, il programma della mattinata ha visto anche la relazione del politologo Roberto D'Alimonte dal titolo The European Union: to be or not to be e l'intervento introduttivo di un esperto di politica estera come Umberto Ranieri.

 

"Questa varietà di interventi – ha affermato l'avvocato marittimista Francesco S. Lauro, organizzatore della conferenza - è dovuta al fatto che la sesta edizione di Shipping and the Law affronterà, con un approccio ancora più aperto del solito, l'intreccio tra le tematiche del settore marittimo e grandi temi d'attualità come l'emergenza migratoria, i conflitti in Medio Oriente e in Africa, il mancato decollo di un ruolo politico unitario dell'Unione Europea, le fluttuazioni del prezzo del petrolio, le nuove norme a difesa dell'ambiente, il rallentamento dell'economia cinese. Mi aspetto a tal riguardo – ha aggiunto Lauro - che la conferenza fornirà una dimostrazione che anche oggi, come già in passato, gli esponenti di spicco e più lungimiranti dell'industria marittima, abituata da sempre ad adattarsi a situazioni e condizioni sempre mutevoli e fluttuanti, avvertono l'esigenza di guardare avanti e di fare con responsabilità la propria parte per contribuire a disegnare scenari sostenibili e di progresso per il futuro".

 

La mattinata di lavori ha visto poi svolgersi un ampio dibattito sull’emergenza migratoria e la situazione geopolitica dei paesi dell’area del Mediterraneo: tra i relatori Lorenzo Banchero (Banchero Costa & C.), Ugo Salerno (Rina), Diletta Lauro (Università di Oxford). A seguire una tavola rotonda in cui sono stati analizzati gli scenari e le sfide relative all’evoluzione dei mercati marittimi e l’introduzione di nuove e sempre più stringenti regole a tutela dell’ambiente, alla quale hanno partecipato tra gli altri Giuseppe Bottiglieri (Giuseppe Bottiglieri Shipping Company - Intercargo), Mario Mattioli, John Xylas (Ariston Navigation), Roberto Martinoli (Gnv) e George Tsavliris.

 

Nel pomeriggio si è svolta la consueta sessione “Managing the Risks” dedicata allo stato dell’arte del settore assicurativo corpi e P&I presieduta come di consuetudine da Federico Deodato (PL Ferrari) e Mauro Iguera (Cambiaso Risso Marine and Aviation). Tra gli interventi: Mariella Bottiglieri (Giuseppe Bottiglieri Shipping Company), Rocco Bozzelli (Scorpio), Alessandro Morelli (Siat), Marco Poliseno (Poliass), Giannicola Forte (Studio Legale Lauro).

 

Quest’anno i lavori si sono poi conclusi con una sessione dal titolo “Looking to the Future”, presieduta dal Presidente del Gruppo Giovani Armatori presso Confitarma, Andrea Garolla di Bard e da Peppino D'Amato (Perseveranza) che ha visto, tra gli altri, gli interventi di: Valeria Novella (Ottavio Novella),  Giacomo Gavarone (Rimorchiatori Riuniti Spa), Yavuz Kalkavan (Besiktas), Yannis Tryphillis (Hellenic Chamber of Shipping) e nella quale alcuni giovani armatori, che rappresentano il nuovo che avanza, hanno provato a tracciare uno scenario futuro assieme ad alcuni “grandi vecchi” dello shipping. Le conclusioni dei lavori sono state tratte da Efthimios Mitropoulos, segretario generale emerito dell'Organizzazione Marittima Internazionale (Imo) e da Francesco S. Lauro.

dot dot
dot
dot
dot
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
21 AGOSTO 2017 ore 17:06
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot