informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
01/07/2014
cantieri

Fincantieri sul mercato balla da sola/1

dot Fincantieri sul mercato balla da sola/1
di Paolo Bosso 
  
Come per tutte le aziende pubbliche che entrano nel mercato azionario, anche per Fincantieri non c'è eccezione: non ci si fida mai. «Il problema delle Initial Public Offering (IPO) è piuttosto complesso – racconta Arturo Capasso, professore di economia aziendale all'Università degli Studi del Sannio – perché occorre una perfetta consonanza fra tre aspetti: la situazione aziendale, le prospettive del settore e, forse la cosa più importante, le condizioni del mercato borsistico».
 
[questa è la prima parte di un'analisi sul debutto di Fincantieri in Borsa. La seconda puntata la trovate qui
 
Aspettative deluse 
L'Ipo di Fincantieri si è chiuso con una certa freddezza. L'offerta per la quotazione dei cantieri navali italiani (il gruppo è controllato al 99,355% da Fintecna, finanziaria del ministero dell'Economia) è stata notevolmente ridotta rispetto alle previsioni iniziali. Del livello massimo di forchetta di un euro si è scesi a 0,78 centesimi, per un incasso per la società di 350 milioni di euro, rispetto ai 700 inizialmente previsti (per un totale di 450 milioni di azioni). Per questo, Fintecna resterà al 65% del capitale invece di scendere al 55% e il collocamento a Piazza Affari avverrà con un aumento di capitale. Dopodomani, il 3 luglio, sarà il giorno della quotazione.
 
Finisce la protezione dello Stato 
«Se le IPO si sono tanto diradate negli ultimi anni le ragioni sono proprio da ricercarsi nella sottovalutazione del mercato» spiega Capasso. Per le aziende che vengono da una gestione pubblica la quotazione non è mai come prospettano i dirigenti. «Fincantieri – spiega Capasso - è stata percepita dal mercato come un'impresa la cui competitività dipende fortemente da fattori politici, basta vedere come è stata aiutata direttamente o indirettamente con agevolazioni e commesse. Questo è un fattore che pesa nella valutazione qualitativa degli utili». «Sul mercato c'è moltissima liquidità, il tasso di interesse risk-free non è mai stato cosi basso, il che di per se potrebbe rappresentare un fattore positivo ma è anche aumentato in modo notevolissimo il premio per il rischio, che il mercato richiede».
 
La diversificazione punto di forza 
Il punto di forza di Fincantieri risiede nei grossi investimenti fatti un po' di tempo fa in Norvegia, quando a dicembre 2012 ha acquisito Stx Osv (poi ribattezzata Vard, il bilancio 2013 lo trovate qui), cantiere specializzato nell'offshore, settore su cui fino ad allora l'azienda navalmeccanica italiana non aveva competenza. Ciò ha permesso di diversificare l'attività, negli ultimi anni dedicata principalmente a crociere, yacht di lusso e usuali commesse militari, per di più in Usa con la Fincantieri Marine. Ciascuna di queste competenze, però, è stata esercitata sotto l'ala protettiva dello Stato, ora che si va sul mercato la situazione cambia. Per esempio sulla realizzazione di crociere Fincantieri vanta grande professionalità, ma ora deve vedersela con la manodopera a basso costo. «La situazione aziendale presentata nel prospetto può apparire positiva – conclude Capasso - tuttavia il settore in Europa risente della concorrenza attuale e potenziale dei paesi a basso costo di manodopera e il mercato "pregiato" (crociere, navi tecnologicamente sofisticate) comincia a risentire anch'esso di una maggiore concorrenza internazionale».
 
Nella foto, il New York Stock Exchange 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot