informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
06/12/2013
politiche marittime

Direzione porti a rischio, l'appello del cluster

dot Direzione porti a rischio, l'appello del cluster
Ieri le associazioni Angopi, Assorimorchiatori, Confitarma, Fedepiloti, Federimorchiatori e Fedepesca hanno scritto al ministro dei Trasporti Maurizio Lupi in merito al testo di un regolamento, in via di definizione, che in nome della spending review prevede la soppressione della direzione generale per i Porti, con l’attribuzione delle relative competenze suddivise tra la direzione generale Dighe ed Infrastrutture Idriche e la direzione generale Trasporto Marittimo e per vie d’Acqua Interne.
Sull'argomento è intervenuta, sempre il 5 dicembre, la IX Commissione della Camera dei Deputati che impegna il governo a non adottare misure che comporterebbero la disarticolazione e lo spacchettamento delle strutture e delle competenze relative al settore marittimo-portuale e la soppressione della direzione generale dei porti.

La lettera firmata Angopi, Assorimorchiatori, Confitarma, Fedepiloti, Federimorchiatori e Fedepesca:

Gentile Signor Ministro,
abbiamo appreso che è in via di definizione presso i Suoi Uffici il testo di un Regolamento volto a dare  pratica applicazione alle vigenti disposizioni in materia di revisione della spesa pubblica.
Fra le misure introdotte ci sarebbe anche la soppressione della Direzione Generale per i porti, con l’attribuzione delle relative competenze suddivise tra la Direzione Generale dighe ed infrastrutture idriche e la Direzione Generale trasporto marittimo e per vie d’acqua interne.
Senza voler mettere in discussione le finalità perseguite dalle richiamate disposizioni di legge, dobbiamo però constatare come venga  confermato il fenomeno già in atto da  diversi anni che ha portato ad un progressivo indebolimento della rilevanza politica del nostro settore malgrado lo stesso rappresenti un’elevata percentuale del PIL (2,6%) e registri livelli occupazionali di tutto rispetto (477.000 addetti).
Tale constatazione appare ancora più fondata se si pensa che l’emanando Regolamento confermerebbe, ad esempio, la Direzione Generale relazione e contratti pubblici, le cui competenze risultano di fatto svuotate per effetto della recente costituzione dell’Autorità dei Trasporti e manterrebbe separate le Direzioni Generali motorizzazione e sicurezza stradale un tempo unite e quindi oggi più facilmente riaccorpabili.  
Per quanto concerne i porti, la  riattribuzione dei compiti fino ad oggi svolti dalla Direzione Generale per i porti comporterebbe un concreto rischio di disperdere  le professionalità create durante questi anni in un ambito certamente strategico per l’economia del Paese, con l’ovvia conseguenza di determinare le seguenti criticità: indebolire la rappresentanza degli interessi di settore in tutte le sedi istituzionali europee ed internazionali; pregiudicare il proficuo colloquio e la fattiva collaborazione fra gli organi del Ministero ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, strumenti rivelatisi essenziali, nel corso degli ultimi decenni,  per garantire sia la sicurezza che l’efficienza dei porti nazionali. 
Peraltro, la prossima Presidenza italiana dell’Unione Europea, con temi all’ordine del giorno riguardanti le questioni portuali, dovrebbe suggerire di confermare la preziosa funzione svolta dalla Direzione Generale per i porti, che con capacità e competenza segue da anni il settore.
Processi di ristrutturazione della macchina pubblica che impattano in misura  rilevante dovrebbero, ad avviso delle scriventi, essere oggetto di costruttivo confronto con le rappresentanze degli operatori del settore.
A tal fine le scriventi, confidano in un Suo autorevole intervento volto a rivisitare l’emanando Regolamento e rimangono  a  disposizione per individuare soluzioni che possano coniugare l’interesse alla ristrutturazione della spesa pubblica  con la tutela di un settore economico,  come quello portuale,  avente un peso così  rilevante sull’economia del sistema Paese.
Con osservanza.
ANGOPI, ASSORIMORCHIATORI, CONFITARMA, FEDEPILOTI, FEDERIMORCHIATORI, FEDERPESCA.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
18 AGOSTO 2017 ore 10:35
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot