informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
21/07/2011

d'Amico, "Una nave poco sicura non viaggia"

dot
d'Amico, "Una nave poco sicura non viaggia"
Indicazioni insufficienti, estintori non revisionati, ma soprattutto poca sicurezza con scialuppe sufficienti per numero di passeggeri ma sotto gli standard minimi. L’indagine del mensile Altro Consumo sulla sicurezza dei traghetti italiani apre una nuova stagione di riflessione (polemiche?) sull’efficienza e gli standard minimi richiesti ai ferry per navigare in tutta tranquillità. L’inchiesta – intitolata Sicurezza in alto mare e condotta sui traghetti Tirrenia, Moby, Snav, Grandi Navi Veloci e Sardinia Ferries operanti sulle rotte verso Porto Torres, Genova, Olbia, Livorno, Cagliari e Napoli - ha però subito registrato la secca risposta del presidente degli armatori italiani Paolo d’Amico
Per il capo di Confitarma il dossier di Altro Consumo rischia di far credere ingiustamente ai cittadini che i traghetti italiani siano poco sicuri. «Davvero troppo» secondo d’Amico, nei confronti di chi «da anni investe proprio sulla sicurezza e la formazione di personale altamente qualificato». «E’ bene precisare una volta per tutte – spiega d’Amico - che una nave che non rispetta gli standard di sicurezza non può viaggiare e di fatto viene immediatamente bloccata in porto dall’autorità marittima». Con il suo dossier Altro Consumo non mette sotto accusa solo i traghetti, ma tutto il cluster marittimo, in particolare Confitarma, Rina e tutte le amministrazioni marittime. «Come si può credere – si domanda d’Amico - che chi ha inventato i moderni “cruise ferry”, chi ha il primato mondiale delle autostrade del mare e chi fa i numeri principali nel trasporto passeggeri continente-isole possa trascurare il principale obbligo di un operatore di qualità: la sicurezza?». Per il presidente Confitarma i risultati dell’indagine fingono «di dar voce ai diritti del consumatore», ma in realtà mettono «a repentaglio immagine, bilanci, posti di lavoro denigrando importanti aziende di navigazione che da decenni collegano le grandi isole al continente europeo». d’Amico non ha dubbi, i controlli ci sono: «Ogni nave ha un proprio piano di sicurezza approvato dalle autorità e dagli enti preposti, verificato più volte all'anno e concernente le dotazioni di salvataggio».
 
Paolo Bosso 
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
24 AGOSTO 2017 ore 09:38
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot