informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
01/09/2011

Dalla metro alla banda larga, ok dell'Ue a 5 grandi opere in Campania

dot
Dalla metro alla banda larga, ok dell'Ue a 5 grandi opere in Campania
La direzione generale della politica regionale della Commissione Europea ha dato il via libera a cinque grandi progetti della Regione Campania. Cinque importanti opere dedicate al trasporto soprattutto per ammodernare le infrastrutture esistenti. L’attesa per l’ok dell’Europa è stata breve visto che la richiesta è stata mandata circa un mese fa. Altri sei progetti sono stati invece giudicati “compatibili” e per l’eventuale approvazione definitiva bisognerà aspettare ancora un po’. In totale le undici opere attiveranno investimenti pari a circa 1,5 miliardi di euro.
I cinque progetti immediatamente ammissibili sono: Banda larga; Metropolitana Linea 6; Polo fieristico regionale; Tangenziale aree interne; Strada statale 268.
Il presidente della Regione Stefano Caldoro ha espresso «grande soddisfazione per il lavoro svolto». 
L’assessore ai Trasporti Sergio Vetrella, precisando come con il l via libera della Commissione è stato possibile «l'eliminazione degli interventi a pioggia e degli sprechi del passato», spiega nel dettaglio gli interventi: «In particolare, i tre progetti approvati oggi per i trasporti ci consentiranno di completare la linea 6 della metropolitana di Napoli fino a piazza San Pasquale e a piazza Municipio (dove ci sarà l’interscambio con la linea 1 e con il porto), il raddoppio della statale 268 del Vesuvio con lo svincolo di Angri sull’A3 (che è anche un’importante via di fuga per l’emergenza Vesuvio) e la cosiddetta ‘tangenziale della aree interne’, ossia l’asse attrezzato “Valle Caudina-Pianodardine, tra Roccabascerana e Altavilla Irpina». 
Per quanto riguarda le opere risultate solo “compatibili” «ora continuiamo il lavoro» afferma Vetrella, e che «doteranno tutte e cinque le province di una rete di infrastrutture efficiente e moderna». «Vorrei infine ricordare – ha concluso l’assessore - che tutto questo lavoro messo in campo potrebbe essere notevolmente agevolato e avrebbe maggiore efficacia se finalmente, come chiesto da tempo dalle Regioni, ci fosse la possibilità di escludere gli investimenti per la realizzazione di queste infrastrutture dai rigidi vincoli del patto di stabilità, conclude Vetrella».

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot