Intersped Service
informazioni marittime :: napoli
Naples Shipping Week 2018
   
dot
dot
dot
19/04/2018
logistica

Confindustria-sindacati, patto per lo sviluppo della Campania

dot Confindustria-sindacati, patto per lo sviluppo della Campania
Una visione strategica per lo sviluppo di Napoli e della Campania. È quanto chiedono Confindustria e i sindacati Cgil, Cisl e Uil, che hanno firmato due protocolli d’intesa finalizzati alla crescita del territorio, uno per la Città Metropolitana di Napoli, l’altro per la regione. Al centro, il Patto per Napoli - firmato a ottobre 2016 – e la Campania – firmato un anno fa –, la Zona economica speciale, il rilancio del sistema portuale, la bonifica di Bagnoli e Campi Flegrei, Napoli est, Pompei e il Centro storico. In questo quadro, si legge in una nota dell'Unione Industriali di Napoli, è fondamentale il “Piano strategico territoriale della Città Metropolitana”, «da definirsi con il concorso delle parti economiche e sociali». Tra gli interventi previsti: mappatura delle aree dismesse; valorizzazione della formazione e delle competenze, anche attraverso l’alternanza scuola lavoro e i contratti di apprendistato per il conseguimento di una qualifica professionale; semplificazione e definizione di tempi brevi  per l’iter amministrativo dei nuovi investimenti; monitoraggio efficace e accelerazione della spesa dei fondi comunitari; contrasto all’evasione e agli sprechi di risorse pubbliche.

«Confindustria e Cgil Cisl Uil – continua la nota -, nell’intesa regionale come in quella metropolitana, chiedono un vero e organico progetto di sviluppo, dove i corpi intermedi giochino un ruolo attivo: non limitato a sedi concertative formali, ma reso concreto, ed esercitabile pienamente, attraverso spazi di partecipazione alle scelte sulla programmazione. Al riguardo, il Patto della fabbrica, ratificato a livello nazionale lo scorso 9 marzo, conferma nella contrattazione territoriale e aziendale un elemento su cui costruire risposte efficaci per la crescita economica e sociale delle collettività locali, ridisegnando il modello delle relazioni industriali e contrastando anche fenomeni di dumping contrattuale. Le parti sociali e produttive potranno così meglio contribuire al mantenimento, consolidamento e sviluppo delle imprese esistenti, nonché favorire l’attrazione di nuovi insediamenti produttivi, tutelando nel contempo principi e diritti fondamentali: dal lavoro, alla tutela della salute e della sicurezza, alla tutela ambientale».

-
Immagine in alto, il presidente Confindustria, Vincenzo Boccia
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
25 MAGGIO 2018 ore 16:21
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Future Mobility Week
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot