informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
17/05/2012
eventi, autotrasporto, logistica

Confcommercio e le opere incompiute che rallentano il Paese

dot
Confcommercio e le opere incompiute che rallentano il Paese Se nel 2010 l’Italia avesse messo in campo politiche di miglioramento dell'accessibilità stradale del Mezzogiorno, portandolo agli standard raggiunti in Lombardia, ciò si sarebbe tradotto in un incremento del 3,2 per cento del Pil, quantificabile intorno ai 50 miliardi di euro. Il dato è stato calcolato dall'ufficio studi di Confcommercio e pubblicato nel Libro Bianco sui Trasporti e le Infrastrutture. Le gravi lacune della rete viaria del Bel Paese emergono anche dando uno sguardo ai costi chilometrici medi, che si dimostrano poco concorrenziali rispetto all'offerta sul mercato: 1,579 euro a chilometro, contro l'1,518 della Francia, l'1,530 della Germania, l'1,206 della Spagna, l'1,047 della Polonia e addirittura lo 0,887 della Romania. Con un parco veicoli circolante di 41,4 milioni di unità – si legge nel documento – l'Italia ha un record mondiale ed europeo per densità in rapporto alla propria rete stradale. L'aumento, rispetto al 1970, è stato del 271%, a fronte di una crescita dell'intera rete stradale del paese del 34%. Si è dunque passati da 81 a 225 veicoli per ogni km di strada disponibile. Sul fronte infrastrutturale, la penisola ha una densità autostradale di 2,2 km ogni 100 km quadrati rispetto a 5,5 di Olanda, Belgio e Lussemburgo, 3,6 della Spagna e 2,7 della Germania. La velocità media attuale nei maggiori centri urbani ricorda da vicino quella raggiunta alla fine del '700: oscilla intorno ai 15 km/h e scende fino a 7-8 km/h nelle ore di punta.
Ad andar piano non sono solo i veicoli, conclude il rapporto di Cofcommercio, che denuncia “la pericolosa lentezza con cui si stanno utilizzando i 41,2 miliardi di fondi strutturali e FAS stanziati per il quinquennio 2007-2013” e destinati per l'85 per cento nel Mezzogiorno. Al momento risulta impiegato solo il 12% delle risorse. Incombe il rischio che a fine anno si debbano restituire a Bruxelles 2,6 miliardi di euro, cioè la porzione comunitaria dei fondi FAS stanziati.
dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
21 AGOSTO 2017 ore 15:13
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot