informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
23/10/2010

"Black List, un macigno per le imprese"

dot
"Black List, un macigno per le imprese"
Dal 2 novembre dovranno essere trasmesse mensilmente all'Agenzia delle Entrate gli scambi con gli operatori economici residenti nei cosiddetti “paesi Black List”, cioè gli Stati che non consentono scambi informativi tributari. Confetra, la Confederazione Generale Italiana dei Trasporti (nella foto il presidente Fausto Forti), non ci sta e attraverso un duro comunicato giudica le nuove comunicazioni Iva come disposizioni «piombano come un macigno sul settore del trasporto e spedizione internazionale delle merci».
Nelle liste incriminate figurano i principali porti e aeroporti commerciali del mondo: Singapore, Hong Kong,Manila, Dubai, Taiwan e Malesia.
Secondo l’associazione, le imprese di trasporto e spedizione internazionale saranno costrette a trasmettere migliaia e migliaia di dati per le operazioni effettuate con le compagnie marittime, le compagnie aeree e i vari corrispondenti residenti nei luoghi con i quali c'è il più alto scambio commerciale mondiale. «Un adempimento privo di ratio - spiega  Confetra - dal momento che tutti i dati richiesti possono essere reperiti dall'amministrazione finanziaria nelle dichiarazioni doganali di importazione e di esportazione, che vengono redatte in via telematica per ciascun container e ciascuna partita di merce aerea scambiati con paesi al di fuori dell'Europa».
Una spesa eccessiva per le imprese, «migliaia di euro per l'acquisto iniziale dei programmi informatici e per la loro manutenzione annuale; ogni mese l'adempimento richiederà dalle due alle tre giornate lavorative di un addetto amministrativo. Per le imprese di dimensione minore, che generalmente eseguono all'esterno gli adempimenti fiscali, le Black List faranno lievitare notevolmente i compensi da riconoscere ai professionisti».
L’alternativa a una soluzione così drastica? «Le amministrazioni – propone Confetra - avrebbero il dovere di coordinarsi e razionalizzare l'utilizzo dei data base già a loro disposizione E' irragionevole che il governo da una parte si faccia promotore di numerosi tavoli di confronto con le associazioni di categoria, per cercare di ridurre gli oneri a carico delle imprese, e dall'altra emani disposizioni che vanno nella direzione opposta».
«La lotta all'evasione e il contrasto alle frodi fiscali sono obiettivi assolutamente condivisi – conclude - ma non devono tradursi in adempimenti eccessivamente complessi e ridondanti a carico dei contribuenti».

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot