informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
20/07/2011
ambiente

Ambiente, Cesa: "Proteggiamo la proprietà intellettuale"

dot
Ambiente, Cesa: "Proteggiamo la proprietà intellettuale"
«Con l’iniziativa della settimana scorsa l'International Maritime Organization ha dimostrato la sua capacità di costruire consenso dietro iniziative relative alla riduzione delle emissioni delle navi». Il Cesa si congratula così con l’Imo e in particolare con il presidente del Marine Environment Protection Committee (Mepc) per la gestione di una politica, quale quella ambientale, «impegnativa e politicamente delicata». In particolare si tratta delle prospettive a breve termine entro il 2020 che prevedono da parte dell’Europa l’obiettivo di ridurre almeno del 20% le emissioni delle navi, tornando ai livelli del 1990. Per questo il Cesa si aspetta dall’Ue una certa continuità nelle misure adottate finora, soprattutto entro la fine dell’anno. Ma, secondo l’associazione, sono le azioni dei singoli stati a fare la differenza: qui si gioca l’efficacia di norme, regole, tagli e restrizioni. «L'azione locale è giudicata inevitabile – afferma Cesa - e dovrebbe concentrarsi sul sostegno delle imprese a risparmiare energia rafforzando in tal modo la loro competitività». Poiché le misure dei singoli stati hanno sempre minacciato di falsare la concorrenza, occorre garantire che tutti i fondi siano pienamente utilizzati, senza sprechi. Reinhard Lüken, segretario generale Cesa, ha sottolineato: «Con una migliore applicazione della disposizione, il risparmio medio del 20% di carburante è realistico già oggi».
Secondo Cesa le associazioni marittime europee nel campo dell’industria manifatturiera, dei cantieri navali, dei produttori di attrezzature, oltre agli istituti di ricerca, continueranno a investire in ricerca e sviluppo per rendere le navi sempre più efficienti sul fronte consumi. E proprio l’attività di ricerca delle singole società costituisce la chiave per accelerare il processo di ottimizzazione delle unità navali. Secondo Lüken la condivisione del know-how è utile fino ad un certo punto: «Molte società tecnologiche europee sono pronte a collaborare con i produttori nello sviluppo. Il trasferimento tecnologico gratuito eliminerebbe la necessità da parte delle società di investire in ricerca e sviluppo. Ma così l’impatto negativo sugli interessi commerciali degli innovatori porterebbe il progresso tecnologico a fermarsi».
Nell'ambito dell'iniziativa GuardSHIP, Cesa ha già creato un centro di competenza per la protezione della proprietà intellettuale

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
23 AGOSTO 2017 ore 09:17
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot