informazioni marittime :: napoli
Intersped Service
   
dot
P.L. Ferrari
 
dot
dot
18/07/2011
politiche marittime, ambiente

2020, obiettivo: bunker senza zolfo

dot
2020, obiettivo: bunker senza zolfo
La Commissione Europea stringe sull’inquinamento con una nuova direttiva per ridurre drasticamente il tenore di zolfo in alcuni combustibili liquidi ad uso marittimo. La norma è la numero 32 del 1999 e impone la riduzione fino al 90% delle emissioni di anidride solforosa e sino all'80% delle emissioni di particolato prodotte dalle navi e dovrebbe entrare gradualmente in vigore dal 2015 al 2020.
La proposta incorpora nella legislazione dell'Unione Europea le nuove norme adottate dall'International Maritime Organization (Imo) per poterne garantire un'applicazione corretta e armonizzata da parte di tutti gli Stati europei. «Recepire nella legislazione dell'Ue gli standard adottati all'unanimità dall'Imo – spiega il vicepresidente della Commissione, Siim Kallas - rappresenterebbe un passo per migliorare ulteriormente la sostenibilità del trasporto per via d'acqua». In particolare, la direttiva prevede che il tenore di zolfo massimo consentito nei combustibili per uso marittimo utilizzato in zone sensibili come il Mar Baltico, il Mare del Nord e il Canale della Manica scenda dal precedente livello di 1,5% allo 0,1% a decorrere dal 1° gennaio 2015. In altre zone dovranno essere realizzati tagli ancora più consistenti, dal 4,5% allo 0,5% a decorrere dal gennaio 2020.
La proposta di direttiva prevede inoltre che le navi possano utilizzare delle tecnologie equivalenti a titolo di alternative all'utilizzo di combustibili a basso tenore di zolfo, quali i sistemi di depurazione dei gas di scarico. L'uso di tecnologie alternative per la riduzione delle emissioni - ha sottolineato la Commissione - permetterà di diminuire in modo significativo i costi di adeguamento alle norme promuovendo l'innovazione e l'efficienza delle risorse. Altre modifiche proposte prevedono un sistema più unificato di rendicontazione e verifica, nonché norme sul campionamento allineate agli standard internazionali.
Nel frattempo la Commissione Europea elaborerà nel corso del 2012 una serie di misure di medio e lungo termine nel quadro dell'azione su “Strumenti per trasporti per via d'acqua sostenibili” diretta a promuovere un trasporto marittimo di corto raggio sostenibile e competitivo.
Secondo la Commissione Ue, i benefici per la salute pubblica derivanti dall'applicazione delle misure previste dalla proposta di direttiva varierebbero tra 15 e 34 miliardi di euro e sarebbero pertanto molto superiori ai costi previsti, che oscillerebbero tra 2,6 e 11 miliardi di euro.

dot dot
torna su | stampa news


comments powered by Disqus
 
dot
dot
i nostri servizi
dot
dot
dot
operatori del porto di Napoli
dot
Elenco operatori del porto di Napoli
 
Agenti marittimi, Spedizionieri
dot
dot
dot
 
ultimo aggiornamento
18 AGOSTO 2017 ore 10:35
NEWSLETTER
dot
dot
restiamo in contatto  
dot
dot
dot
AREA RISERVATA
 
NON SEI REGISTRATO?
effettua una richiesta
d'iscrizione
dot
dot
dot
dot
dot
PASSWORD DIMENTICATA?
inserisci qui la tua e-mail
 
dot
dot
dot
dot
dot
Contship
dot
dot
dot
Laghezza
dot
dot
dot
Fedespedi
dot
dot
dot
Marina d'Arechi
dot
dot
dot
Caronte & Tourist
dot
dot
dot
Bureau Veritas
dot
dot
dot
Evergreen
dot
dot
dot
Bpmed
dot
dot
dot
Msc Crociere
dot
dot
dot
Arkas
dot
dot
dot
Grimaldi Holding
dot
dot
dot
Eligroup
dot
dot
dot
Palumbo
dot
dot
dot
Gesac
dot
dot
dot
Federagenti
dot
dot
dot
Multimarine
dot
dot
dot
Autorità Portuale Salerno
dot
dot
dot
Messina
dot
dot
dot
Autorità Portuale Gioia Tauro
dot
dot
dot
Salerno Economy
 
 
dot
contatti | credits | privacy
dot
Informazioni Marittime srl - Partita Iva IT00441030632
dot